Un commosso addio al sacerdote che lascia la parrocchia

Un commosso addio al sacerdote che lascia la parrocchia. Questo momento è sempre carico di emozioni, poiché il sacerdote ha svolto un ruolo fondamentale nella vita della comunità. Durante il suo tempo di servizio, ha guidato, ispirato e confortato i fedeli attraverso la sua spiritualità e dedizione. Oggi, la parrocchia si unisce per dirgli grazie e augurargli il meglio nel suo nuovo cammino.

Saluto di addio al sacerdote che lascia la parrocchia

Sacerdote

Saluto di addio al sacerdote che lascia la parrocchia

Quando Don Arcangelo ha annunciato per la prima volta, il 14 aprile 2003, durante una riunione del Consiglio Pastorale, il suo trasferimento come Parroco alla Chiesa Madre di San Pancrazio, siamo rimasti tutti sbalorditi, increduli, smarriti, dispiaciuti e pieni di rabbia, tanta rabbia nei confronti di una decisione che era stata presa senza aver ascoltato prima il nostro parere, come Consiglio Pastorale e come Comunità. Abbiamo ritrovato i medesimi sentimenti nei volti delle persone alle quali Don Arcangelo ha annunciato la “triste novella”, durante le celebrazioni liturgiche dei giorni successivi. Abbiamo visto giovani, anziani, adulti, sofferenti, disabili piangere a quella notizia e, fino a qualche giorno fa, qualcuno sperava ancora in un intervento “miracoloso” del Vescovo, che potesse far ritornare le cose al loro posto.

Con dignità, contenimento e discrezione, abbiamo vissuto, come comunità, il dolore per il trasferimento del nostro Parroco presso un’altra parrocchia, rassegnati e obbedienti come lui ha voluto che fossimo. E così, tra pochi giorni, diremo addio a Don Arcangelo, dopo 10 anni di tanto lavoro fatto insieme.

Come è stato scritto in un articolo pubblicato su Veglieonline, con il quale si reclamava per lui l’attestato di “Cittadino Vegliese Benemerito”, lui andrà via portando con sé le sue poche cose, ma lascerà a noi vegliesi tutti, una enorme ricchezza. Accanto ad una INTENSA ATTIVITA’ PASTORALE E AD UN INFATICABILE CAMMINO DI FEDE E DI RINNOVAMENTO CULTURALE E SOCIALE, dei quali abbiamo beneficiato soprattutto noi, suoi parrocchiani, Don Arcangelo ha portato avanti, in questi 10 anni, una PREZIOSA ATTIVITA’ DI RECUPERO, SALVAGUARDIA, CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENE ARTISTICI, STORICI E CULTURALI DELLA NOSTRA CITTADINA.

Dimenticarlo sarà impossibile, perché ogni ministro, ogni gruppo, ogni associazione, ogni disabile o sofferente, ogni particolare architettonico, ben curato e valorizzato, ci parleranno di lui, testimonieranno la sua eredità.

Caro Don Arcangelo, ognuno di noi conserverà di te un ricordo tutto suo, particolare, unico, personale, così come particolare, unico e personale è stato il suo rapporto con te. Ognuno di noi ti ha conosciuto e “vissuto” a modo suo, a volte anche in conflitto, con le tue ragioni o con il tuo modo di fare, ma comunque portandoti tanto affetto.

Alcuni di noi hanno voluto esternare un loro ricordo o sentimento esclusivo, sia come singoli parrocchiani che come gruppi, attraverso delle testimonianze e dei messaggi, che troverai qui di seguito. Ciò che li accomuna è l’amore verso di te, maestro e guida in questo lungo viaggio durato 10 anni, e la profonda riconoscenza per tutto ciò che, grazie a te, è stato realizzato, sia in termini di cammino comunitario e pastorale che in ambito sociale, culturale, storico e artistico.

Ciao Don! Grazie!

Noi di Controvoci

Alcune Testimonianze.

Siamo tristi come gli apostoli prima della dipartita di Gesù, ma Egli fece loro una promessa, che quella tristezza si sarebbe trasformata in gioia. Questa è la nostra speranza, che la tristezza si tramuterà in gioia, sapendo che tutto il bene che hai fatto a noi continuerai a farlo alla nuova comunità e sarai accolto come noi, dieci anni fa, ti accogliemmo, con entusiasmo e spirito di collaborazione.

Continua.

Un commosso addio al sacerdote che lascia la parrocchia

Il nostro amato sacerdote, che ha dedicato tanti anni alla nostra parrocchia, ha deciso di intraprendere un nuovo percorso nella sua vita. Questa decisione ha generato un mix di emozioni tra i fedeli, che sono profondamente grati per il suo prezioso lavoro.

Il sacerdote ha lasciato un'impronta indelebile nelle nostre vite, con la sua guida spirituale e il suo sostegno in momenti di gioia e dolore. Siamo grati per il suo impegno nel diffondere la parola di Dio e nel promuovere la pace e l'amore tra i fedeli.

Nonostante la tristezza per la sua partenza, siamo consapevoli che il suo nuovo cammino sarà ricco di benedizioni e successi. Auguriamo al sacerdote tutto il meglio nel suo futuro e siamo sicuri che continuerà ad essere una fonte di ispirazione per molti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go up